Sapori ed energetica delle erbe – Il Sapore Aromatico

Rosa centifolia (da Pierre-Joseph Redouté – www.herbarium.com, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=859013)

Oggi diamo uno sguardo al sapore aromatico, che, come vedremo, è in qualche modo legato al sapore pungente, quasi al punto da poter essere considerato un sapore secondario.

Natura

Generalmente secco e caldo. Il Calore è poco prevalente sulla Secchezza

Elemento

Fuoco

Azioni principali

Come per il pungente, ma in misura minore

Direzione

Centrifuga, verso l’alto.

Stati tissutali

Deficit e Stasi di Bile Gialla; Deficit, Eccesso e Stasi di Tensione; Stasi di Flemma, Sangue, Melancolia

Azione conseguente

Riducente

Eccesso

Come per il pungente, ma in misura minore.

L’aromatico non è propriamente un sapore, ma piuttosto una sensazione legata all’olfatto, dovuta alla presenza, nelle piante, di molecole odorose, alcune delle quali volatili (olii volatili o olii essenziali), altre invece “fisse”[1] (es., cumarina, vanillina).

Secondo alcuni autori, il sapore aromatico “proprio” è dovuto all’esclusiva presenza di olii essenziali, ma in questo testo non facciamo differenza tra erbe aromatiche contenenti olii essenziali ed erbe aromatiche che non li contengono.

Il sapore aromatico può essere sempre inteso come una versione meno calda del sapore pungente aromatico, per cui le droghe aromatiche hanno grosso modo le stesse caratteristiche funzionali di quelle pungenti aromatiche, ma con un grado minore: quanto meno intensa è l’aromaticità, tanto meno la droga è diffusiva, stimolante, rilassante, disperdente, disseccante, riscaldante e/o raffreddante, ecc.

Come nel caso della pungenza, anche le piante aromatiche si dividono in aromatiche calde e aromatiche fredde (o fresche): se il sapore aromatico di per se stesso è caldo, la natura della pianta può partecipare anche di un certo grado di freddezza.

Ricordiamo che in MTC, generalmente, la maggior parte delle erbe per indurre la sudorazione e muovere e regolare il Qi sono piccanti e/o aromatiche.

Un esempio tipico di droga dal sapore aromatico ma non pungente è costituito dai petali delle rose[2] (qualunque specie e varietà). In MTC, ad esempio, il fiore di rosa rugosa (Flos Rosae Rugosae) è classificato come dolce e leggermente amaro, di natura calda ed è usato specificamente per muovere e regolare il Qi, nello specifico il Qi del Fegato, ed è comunque sufficientemente calda da poter risolvere la stasi di Sangue; infatti è usata in caso di disarmonia Fegato-Stomaco, distensione e dolore a livello di torace e addome, irregolarità mestruali e per gli eventi traumatici (urti e cadute) [Li Wei].

 

Riferimenti

[Li Wei] Xu Ling, Wang Wei, “Chinese Materia Medica – Combinations and Applications”, Donica Publishing (2002)

 

Note

[1] Termine arcaico per designare le sostanze non volatili.

[2] I “frutti” (cinorrodi) non sono ritenuti aromatici.

Condividi - Share this...
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *